Cometa Ison: quando e come sarà possibile vederla, profezie e pericoli per la Terra


Nel settembre 2012 è stata scoperta quella che è stata definita la cometa del secolo la cometa Ison che in questi giorni è entrata nel sistema solare oltrepassando Marte.
Si attende con timore la data fatidica del 28 novembre 2013 quando la cometa si avvicinerà pericolosamente al Sole raggiungendo il perielio; Ison ha un nucleo che misura tra i 200 metri e i 2 km anche se in base ad altre stime il suo diametro potrebbe aggirarsi al massimo intorno ai 5 km, misure che tutto sommato la definiscono come una cometa di medie dimensioni nettamente inferiori rispetto ai 30 km della cometa Hale-bopp che durante il suo passaggio nel 1997 fu ben visibile dalla Terra.
L’ingresso nel nostro



Una nuova immagine della cometa ISON, che si appresta a ‘precipitare’ quasi a ridosso della corona solare, suggerisce che la cometa sia ancora totalmente intatta, nonostante alcune nefaste previsioni sulla disgregazione del suo gelido e fragile nucleo, che secondo alcuni ricercatori potrebbe disintegrarsi mano a mano che si avvicina al Sole. Il punto più vicino alla superficie solare sarà raggiunt



C'è chi vede nella cometa Ison il famoso pianeta Nibiru, detto anche pianeta X, il cui passaggio corrisponderebbe all'apocalisse. E c'è chi tira in ballo Nostradamus.



Il telescopio spaziale Hubble della NASA ha regalato agli astronomi la migliore immagine della cometa ISON mai catturata finora, una cometa che passer? molto vicino al Sole e forse rischier? di disintegrarsi. Un team di ricerca dell’Universit? del Maryland sta seguendo da vicino ISON, perch? viaggiando all’interno del sistema solare, offre una rara opportunit? di studiare l’evoluzione di una comet



La cometa ISON sfreccia in direzione del Sole. Il suo viaggio è stato catturato l’8 maggio dall’ Hubble Space Telescope della NASA. Nel momento in cui le immagini sono state scattate, la cometa si trovava a 403 milioni di chilometri dalla Terra, tra le orbite di Marte e Giove. Crediti: NASA A differenza di ciò che si potrebbe pensare la cometa è fredda. La sua coda è formata da gas e polveri che e



La cometa ISON (ufficialmente nota come C/2012 S1) ha un diametro inferiore a 4,8 chilometri e pesa tra i 3,2 miliardi e 3.200 miliardi di chilogrammi, ma è ancora troppo lontana per determinarne con precisione le reali dimensioni e densità. Il 13/06/2013 il telescopio spaziale della NASA Spitzer ha ripreso la cometa ISON  per 24 ore, durante il suo primo viaggio all’interno del Sistema Solare. Le



La cometa ISON continua il suo viaggio verso il sole. Il girino di ghiaccio, così lo definisce la NASA, si muove in mezzo allo stagno di meraviglie celesti, fra galassie e stelle nascenti.   La cometa è vicinissima. La stella più vicina al Sole è oltre 60.000 volte più lontano, e la più vicina galassia della Via Lattea è distante più di trenta miliardi di volte.   In questa immagine composita, lo



Una sonda in orbita attorno a Marte ha catturato un’immagine della cometa ISON – da qualcuno già battezzata “la cometa del secolo”. La cometa ha superato il pianeta rosso nel suo impavido viaggio che dovrebbe sfiorare il Sole. Il 29 settembre, il NASA Mars Reconnaissance Orbiter  grazie alla sua fotocamera Imaging Science Experiment ( HiRISE ) ha catturato la cometa ghiacciata ISON per provare a c



La cometa Ison ha superato l'orbita di Marte, nella sua corsa continua lungo l'orbita che la porterà prossima al Sole. Ma secondo gli ultimi calcoli potrebbe non uscire indenne dalla sua corsa. -Redazione- La cometa Ison si avvicina sempre di più al Sole. Al momento ha superato l'orbita del pianeta rosso, portandosi sempre più vicina al perielio, il punto di distanza minima dalla nostra stella, ch



Il “giro di boa” della cometa ISON previsto il prossimo 28 novembre, quando giungerà al perielio, il punto più vicino al Sole, potrebbe essere fatale per l’ammasso di roccia e ghiaccio? Secondo uno studio appena pubblicato dagli scienziati del Lowell Observatory and Southwest Research Institute (SwRI), basato su una simulazione numerica, sembrerebbe di no.   L’approccio della cometa ISON al Sole i



Occhi al cielo questo weekend: la cometa Ison potrebbe apparire da un momento all'altro sopra le nostre teste. Questo è stato dedotto da un improvviso cambio di luminosità della stella. -Redazione- La cometa Ison potrebbe presto zittire tutti i critici che l'avevano accusata di essere la delusione del secolo: nelle ultime 24 ore ha infatti aumentato bruscamente la sua luminosità e di questo passo



Cometa Ison sempre più luminosa/Roma – Diventa sempre più luminosa la Cometa Ison nel suo lungo viaggio per l’universo, tanto che domani lunedì 18 novembre, alle 5 del mattino sarà visibile a occhio nudo, proprio vicino alla stella Spica. Se non volete perdere questo fenomeno più unico che raro, vi consigliamo di puntare la sveglia e aguzzare la vista. L’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del



La cometa Ison si può vedere oggi 18 Novembre 2013, ma anche il prossimo 21 Novembre. Ecco come visualizzarla online in diretta streaming ma anche con video e foto e ad occhio nudo



Alcuni giorni fa vi avevamo parlato di Ison, la cometa di Natale, che si sta avvicinando al Sole e che nei prossimi giorni ci regalerà uno spettacolo magnifico. Il 28 novembre 2013 sarà raggiunto il Perielio, con la cometa Ison che sarà alla minima distanza dal Sole. Prima del giro di boa, però, lo spettacolo sarà visibile, anche ad occhio nudo, a partire da oggi e per i prossimi giorni. [sniplet



La cometa ISON passera` alla minima distanza dal Sole il giorno 28 Novembre.  "Solo allora - spiega l'INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna - sapremo se verra` distrutta dall’attrazione del Sole oppure...



Il destino della cometa Ison è ancora incerto: potrebbe illuminare i cieli per tutto il mese di dicembre o disintegrarsi nel percorso di avvicinamento al Sole.



La cometa Ison fotografata dall’osservatorio Marshall della Nasa, l’8 novembre 2013. (Aaron Kingery, Msfc/Nasa) Se sopravvive allo scontro con il Sole previsto per 28 novembre, la cometa Ison dovrebbe essere visibile dall’emisfero boreale dai primi giorni di dicembre e poi per tutto il mese. Probabilmente la cometa sarà poco luminosa per essere osservata a occhio nudo e sarà necessario un telescop

Cerca notizie simili a:
Come osservare la cometa Ison


Nelle scorse settimana la cometa ISON ha catturato l’attenzione degli astronomi, scienziati nonchè appassionati di tutto il mondo. Seppur molto diffuse nel nostro sistema solare, le comete suscitano sempre molto interesse in quanto si presume che siano portatrici di vita; sono molte infatti le teorie che sostengono che abbiano contribuito anche alla nascita della vita sulla terra. Dettagli a parte



ISON attraversa ora le ore  più importanti che segneranno il suo destino. Questo è infatti il momento di massimo avvicinamento al Sole e molti super obiettivi sono puntati verso la cometa per cercare di comprendere il suo comportamento man mano che si avvicina al Sole e studiarne le caratteristiche. Gli scienziati osservano se ISON si sia già spezzata a causa del calore o delle forze gravitazional



Le ultime tracce della cometa ISON FOTOGRAFIA – Sarà un Natale senza cometa, contrariamente a quello che speravano in molti. L’ESA (Agenzia Spaziale Europea) ha appena confermato attraverso un messaggio su twitter che la cometa ISON è andata distrutta nel suo passaggio vicino al sole. “Our #SOHO scientists have confirmed, comet #IISON is gone , thanks for sharing this comet-watching night with us”

Cerca notizie simili a:
L’ultima immagine della cometa Ison.

2014 Copyright Qoop.it - All Rights Reserved.